TRIBENEWS


Favara reloaded. I 2 anni di Farm saranno una festa del contemporaneo

La città agrigentina il 30 giugno fa il punto sul progetto di Farm Cultural Park per la riqualificazione del centro storico legato all'arte contemporanea.

di Redazione


 
 
Primo appuntamento al Castello Chiaramontano alle 11.30 con l’incontro/lecture con Italo Rota, presidente di giuria del concorso PFFF indetto da Farm e CityVision, vinto da Emmanuel Sitbon e Selma Feriani la cui opera Grenade, un'architettura gonfiabile a forma di melograno, sarà esposta in piazza Cavour. Alle 18 conferenza stampa all’Ex Macello, ristrutturato e destinato alla formazione e all’ospitalità di laureati in Architettura che intendano specializzarsi in Progettazione e riqualificazione del paesaggio e degli spazi aperti. A seguire visite agli Orti Urbani che, nell’ambito del progetto Marakanda, avente come finalità la valorizzazione dei “mercati”, ospiteranno interventi di Architettura progettati dagli studenti delle Facoltà di Architettura siciliane, un mercato di giovani artisti nazionali e internazionali denominato Railroad MarketArte&Orti e un'iniziativa a cura dei bambini dell’ANFFAS. Il Castello Chiaramontano ospiterà, altresì, dal 26 al 30 giugno un workshop d’architettura parametrica, Living Forces, tenuto da Monika Witting e una mostra dei risultati del workshop. Il Castello ospiterà inoltre una mostra su O.R.T.U.S, il progetto dell’Architetto Giacomo Sorce con il quale sono stati riqualificati numerosi spazi urbani e immobili del Centro. Sempre in Piazza Cavour sarà possibile visitare la Biblioteca comunale, dono del mecenate, Barone Antonio Mendola, e le chiese del Purgatorio e del Rosario. Limitrofa alla Piazza Cavour la project room del Belmonte Hotel ospiterà il lavoro dell'artista Anne-Clémence de Grolée Cortile/Curtugghiu frutto della residenza prodotta da Farm in collaborazione con l'Associazione Nicodemo. I Sette Cortili, cuore di Farm, sarà allestito a festa per spegnere le sue seconde candeline. Due nuovi spazi recuperati: in collaborazione con Alpes e Made a Mano B-Master Chef una project room per chi è interessato alla cucina e Stay Hungry Stay Foolish, in omaggio a Steve Jobs, Toilette Motivazionale dove rimettere in discussione in 15'5" la propria vita. I Sette Cortili ospiteranno: mostra di Samantha Casolari, Burning Man; statue viventi del laboratorio di teatro di strada Pimp The Italians di Marica Girardi; percussioni live di Andrea Vanadia; le project room New Pep di Pep Marcheggiani e quella di Giuseppe Portuesi; installazioni di Avvertimento dell'Associazione Pass/o; mostra fotografica di Michele Battaglia; ICSPLAT presenta 2 manifesti sulla residenza Teatri abitanti, Architettura per i beni comuni al Teatro Valle di Roma; lo studio NOWA presenterà Camera H2O frutto della residenza presso Farm Butera e creerà una micro orto-architettura; presentazione del progetto Quadratonomade di 100% Periferia curato da Donatella Giordano, Simone Martinelli e Donatella Pinocci; project room della Fondazione Bartoli Felter con l'installazione Belvedere di Renato Leotta; mostre Resistance di Elfo; mostra Dal disastro alla risorsa curata da Giuseppe Guerrera e Calogero Giglia in collaborazione con la Facoltà di Architettura di Palermo; Food & Design, Contorni e Dintorni con Carmelo Chiaramonte e Daniele Pario Perra, conversazione e degustazione sull’essenza della creatività in cucina; live e anteprima del video Caro Petrolio della band Gill&Co. Alle ore 21.30, contemporaneamente: al Castello Chiaramonte, il Sindaco di Firenze, Matteo Renzi illustrerà il progetto dei Mercati di Marakanda di cui Firenze è capofila e al quale partecipano Favara, Genova, Beirut, Barcellona e Il Cairo; in Piazza San Vito Stop No-Win Situation - Creativity Walkshop con Gianni di Matteo; ai Sette Cortili, Ivan Quaroni e Giuseppe Veneziano presenteranno il libro Italian Newbrow, Giancarlo Politi Editore. Alle 22.30 gli architetti di Sicily Foundation inaugureranno nella sede nei pressi di Piazza Garibaldi la rassegna di Architettura Favara: Nascita di un nuovo modello di sviluppo urbano.
 
 
(25 giugno 2012)
 





Come sarà il nuovo MoMA

Il Museum of Modern Art (MoMA) di New York ha presentato il nuovo progetto di ristrutturazione ed espansione del suo edificio, realizzato dal prestigioso studio architettonico newyorkese Diller Scofidio + Renfro. Il piano prevede un ampliamento dello spazio espositivo di quasi 4.000 metri quadrati, il 30 per cento in più. I cambiamenti riguarderanno soprattutto l’ala occidentale del MoMA che dà sulla 53esima strada, e in particolare la contestata decisione di demolire l’ex sede dell’American Folk Art Museum. La decisione era stata annunciata dal museo nell’aprile 2013, dando inizio a numerose proteste tra architetti e designer, che l’avevano definita «sbagliata, dannosa e inutile». Era nata anche una campagna #FolkMoMA su Twitter e Tumblr per salvare l’edificio, realizzato dallo studio locale Tod Williams Billie Tsien Architects nel 2001, caratterizzato da una preziosa facciata bronzea e acquistato dal MoMA nel 2011. Dopo le proteste il MoMA incaricò lo studio Diller Scofidio + Renfro di trovare una soluzione per portare avanti la ristrutturazione e allo stesso tempo tenere in piedi il museo. (Il Post)

SELECTED VIDEO

ARCHIVIO