TRIBEFOCUS


Angelo Sturiale - Scrittura del Suono

Seibutsu Art Studio, in collaborazione con The Bohemian Gallery (Usa), presenta "Scrittura del suono", personale di Angelo Sturiale.

di Redazione



Angelo Sturiale, seibutsu, 2003, penne su carta, cm 51x63. Nella foto in basso: Angelo Sturiale, seibutsu, 2001, penne su poliplat, cm50x70
 
 
Il 9 giugno alle ore 19, presso la galleria Nuova Officina d'Arte a Catania, in Via Firenze 137, Seibutsu Art Studio, in collaborazione con The Bohemian Gallery (Usa), presenta Scrittura del suono, personale di Angelo Sturiale.
 
Scrittura del suono, dal 9 al 30 giugno, rappresenta la prima retrospettiva in Italia della decennale produzione grafica di Angelo Sturiale, compositore e artista multidisciplinare siciliano la cui ricerca nel campo della musica si contraddistingue per il rapporto tra segno e suono, tra sistemi di notazione musicale non convenzionali e tecniche di composizione acustica in tempo reale. Ed è proprio a partire dalla minuziosa pratica manuale di scrittura musicale su pentagramma, che Angelo Sturiale ha sviluppato gradualmente negli anni una poetica del segno e disegno che tende all'abbandono della referenzialità sonora e funzionalità solitamente legate all'esecuzione musicale. Si tratta di una ricerca che si traduce nella produzione di opere in cui l'uso esclusivo di penne ad inchiostro e supporti bianchi e neri si fa via via più complesso, articolandosi in forme linguistiche diversamente interpretabili.
 
Oltre all’esplorazione dei meccanismi di "musicalità senza suono e senza musica", attraverso il trasferimento in una forma di narratività meramente visiva, le mappe grafiche di Sturiale esposte in Scrittura del suono ruotano attorno a un obiettivo/ossessione estetica, ovvero la fantasiosa transcodificazione della necessaria e irreversibile sequenzialità delle strutture formali di una composizione musicale ad una creativa e in un certo senso anarchica non-linearità dei tempi di osservazione. Non ultimo, nonostante non vi sia alcuna sollecitazione acustica, i lavori costituiscono un invito alla ricostruzione mentale di un'opera visiva che includa un “sentire” musicale.
 
Angelo Sturiale è un ricercatore d’armonie, un artista pluridisciplinare, un rabdomante nell’atavica rotta del codice binario dell’inchiostro su carta. Traccia il suo tragitto come lumaca sull’asfalto e raccoglie magma psichico, metabolizzandolo in riformulazioni e interpretazioni (Damiano Meo).
 
I “seibutsu” di Angelo Sturiale, rigorosamente in bianco e nero, sono coloratissimi! Si sentono suoni che non si odono. Tutta la sua produzione visiva è immaginario sonoro in atto… Nel silenzio. Angelo materializza, trasforma, plasma l’energia con la leggerezza e la precisione di una lucente e risonante lama. Lama che veloce crea, fendendo l’aria con il suono del metallo (Mario Garuti).
 
 
 
Penna e carta,
note e pentagrammi estesi a grafie,
ove energie e cataclismi si incantano e denudano.
 
Mi definisco e contengo solo nel tracciato dell’inchiostro.
Attraverso il suo movimento in uno spazio senza geografie,
solo con carta bianca o nero cielo. 
 
E’ il segno stesso che guida, sì, impazzito e rigoroso
verso finestre spalancate, scenari da rivedere nascosti
tra viscere e neuroni, irrazionali e coscienziosi tratti. 
 
Ricco di noi e voi, interpreto i confini di quelle linee e
questi mari e alberi e biologie insondabili e tranelli.
Perché vivo tra polisemie e abissi di fantasie. 
 
Ed i colori sono dentro i bianchi e i neri, ed i tempi
e gli spazi ove forme e rebus dialogano e litigano, si
prova ad indovinare e definire, ludico e filosofico sentire. 
 
E fisiologico intuire che l’amore e l’armonioso premere
e rischiare fino all’osso la mano e gli occhi per ridare
linfa e allegria a direzioni smarrite e stanche. 
 
Bimbo e vecchio insieme, saggio e grottesco lo scrutare
insonne dei miei viaggi, il mio girovagare estremo tra le
albe e notti, una tecnica tramandata a voce silenziosa.
 
Angelo Sturiale
 

Informazioni utili


Nuova Officina d'Arte
Via Firenze 137
Catania - Sicilia
+39 3939415266
http://angelosturialeoffline.blogspot.it
seibutsu.art.studio@gmail.com

dal 09-06-2012 al 30-06-2012
vernissage 09/06/2012 ore 19
lunedì-sabato 9.30-18.30
ingresso libero

SCHEDA SEDE
EVENTI IN CORSO A CATANIA
EVENTI IN CORSO IN SICILIA




Come sarà il nuovo MoMA

Il Museum of Modern Art (MoMA) di New York ha presentato il nuovo progetto di ristrutturazione ed espansione del suo edificio, realizzato dal prestigioso studio architettonico newyorkese Diller Scofidio + Renfro. Il piano prevede un ampliamento dello spazio espositivo di quasi 4.000 metri quadrati, il 30 per cento in più. I cambiamenti riguarderanno soprattutto l’ala occidentale del MoMA che dà sulla 53esima strada, e in particolare la contestata decisione di demolire l’ex sede dell’American Folk Art Museum. La decisione era stata annunciata dal museo nell’aprile 2013, dando inizio a numerose proteste tra architetti e designer, che l’avevano definita «sbagliata, dannosa e inutile». Era nata anche una campagna #FolkMoMA su Twitter e Tumblr per salvare l’edificio, realizzato dallo studio locale Tod Williams Billie Tsien Architects nel 2001, caratterizzato da una preziosa facciata bronzea e acquistato dal MoMA nel 2011. Dopo le proteste il MoMA incaricò lo studio Diller Scofidio + Renfro di trovare una soluzione per portare avanti la ristrutturazione e allo stesso tempo tenere in piedi il museo. (Il Post)

SELECTED VIDEO

ARCHIVIO