TRIBEART / PUBBLICITÀ



Hai un evento in programma? Vuoi promuovere la tua attività?
Dagli spazio su TRIBEART.

 

L I S T I N O  2013

 
 
B A N N E R
 
leaderboard 728x90
- fisso: € 50 a settimana
- rotazione (fino a un massimo di 5): € 25 a settimana
 
banner 728x90 (piede)
- fisso: € 45 a settimana
- rotazione (fino a un massimo di 5): € 20 a settimana
 
rettangolo medio 300x250
- fisso: € 50 a settimana
- rotazione (fino a un massimo di 5): € 25 a settimana
 
quadrotto 175x175
- fisso: € 25 a settimana
 

 
N E W S L E T T E R
 
testo (max. 500 caratteri) + link + foto
 
€ 100
 

 
I   F O C U S   D I  T R I B E A R T
 
- l'invio di una e-mail specifica alla mailing list di TRIBEART;
- una segnalazione fissa su www.tribeart.it/www.tribenet.it;
- una comunicazione tramite i maggiori social network.
 
€ 200 a settimana 
◆◆◆
 
I costi dei servizi sono da intendersi iva esclusa. Le offerte non sono cumulabili*. Realizzazione grafica su preventivo.
 

 
Per le tue inserzioni sul web contattaci
(t) +39 3395626111
(t) +39 3388913549
(f) +39 0952937814
(e) pubblicita@tribeart.it







Come sarà il nuovo MoMA

Il Museum of Modern Art (MoMA) di New York ha presentato il nuovo progetto di ristrutturazione ed espansione del suo edificio, realizzato dal prestigioso studio architettonico newyorkese Diller Scofidio + Renfro. Il piano prevede un ampliamento dello spazio espositivo di quasi 4.000 metri quadrati, il 30 per cento in più. I cambiamenti riguarderanno soprattutto l’ala occidentale del MoMA che dà sulla 53esima strada, e in particolare la contestata decisione di demolire l’ex sede dell’American Folk Art Museum. La decisione era stata annunciata dal museo nell’aprile 2013, dando inizio a numerose proteste tra architetti e designer, che l’avevano definita «sbagliata, dannosa e inutile». Era nata anche una campagna #FolkMoMA su Twitter e Tumblr per salvare l’edificio, realizzato dallo studio locale Tod Williams Billie Tsien Architects nel 2001, caratterizzato da una preziosa facciata bronzea e acquistato dal MoMA nel 2011. Dopo le proteste il MoMA incaricò lo studio Diller Scofidio + Renfro di trovare una soluzione per portare avanti la ristrutturazione e allo stesso tempo tenere in piedi il museo. (Il Post)

SELECTED VIDEO

ARCHIVIO