The unhappy ending: TRIBEART chiude


 
 
Sembra proprio che quello in preparazione sia l'ultimo numero di TRIBEART. Dopo 9 anni di impegno, passione e costanza il nostro progetto editoriale – libero, indipendente e nato dal basso – sembra dover volgere al termine. La motivazione? La costante carenza di entrate economiche che non permette di far fronte neanche alle spese di stampa e di distribuzione. Un'instabilità continua che impedisce di fatto la naturale crescita della nostra piccola realtà imprenditoriale e la giusta gratificazione del capitale umano che vi è impiegato.
Per ovviare alla mancanza di fondi spesso si è ricorsi all'autofinanziamento confidando in un ritorno di risorse. Un'attesa vana che oggi, nostro malgrado, ci costringe a operare una scelta difficile, quella della sospensione delle pubblicazioni. Una “ristrutturazione” dal sapore amaro che metterà la versione cartacea di TRIBEART in standby fino a quando investimenti pubblicitari, a medio e lungo termine, non garantiranno certezze ed equilibrio. Una scelta di concretezza strettamente connessa alla qualità e all'indipendenza dell'informazione, valori che finora abbiamo sempre cercato di perseguire.
Fare informazione non significa fare cassa, ma con una buona informazione la cassa la si può fare?

(29 marzo 2012)

Redazione

Articolo tratto da Tribenet.it
Url: http://www.tribenet.it/read.php?read=13545